Simon Baker: “Vorrei essere francese!” – intervista

TELE LOISIRS WEEK 30 OCT-5 NOV 2010The Mentalist va alla grande in Francia e Simon Baker ha rilasciato un’intervista a Télé Loisirs, negli uffici americani dell’agenzia a West Hollywood.

L’attore da’ il suo benvenuto dichiarando subito: “La Francia è come la mia seconda casa”.

Perché sei così attratto dalla Francia?

In primo luogo, sarei decisamente ingrato se non apprezzassi il vostro Paese. 9 milioni di telespettatori ogni settimana non è poco! Mi sembri sorpreso che io sia così informato, ma dovete sapere che mi importa di come i francesi reagiscono alla mia serie. Ho detto ai produttori, prima di iniziare le riprese, che per me gli spettatori francesi sono i migliori critici. Sapevo che se fosse piaciuto loro The Mentalist sarebbe stato lo stesso altrove. Non è un caso se ho insistito a guidare un’auto francese (una Citroën DS).

Hai avuto molto tempo da trascorrere in Costa Azzurra la scorsa estate. Come hai preferito farlo?

Prima di tutto, ammirando le donne! (arrossisce e scoppia a ridere). Il mio agente stampa mi mette il broncio, ma devo ammettere che mi ha stupito lo stile e la classe delle donne francesi. Poi la zuppa di pesce che abbiamo assaggiato, cioé un meraviglioso cibo locale, l’abbiamo trovata deliziosa. Comunque, quando metti i piedi sotto un tavolo in Francia, sai già che potrai godere. Anche se si mangia solo pane e burro, è sempre una delizia. A volte penso che uno dei miei sogni sarebbe stato quello di essere francese!

Ci deve pur essere qualcosa in noi (francesi) che ti irrita…

Ho avuto solo una brutta esperienza nel vostro Paese. Pochi anni fa. Abbiamo trascorso (io e la mia famiglia) più di un mese nella fattoria di un amico vicino a Tolosa. Ha piovuto quasi tutto il tempo. Inoltre trascorrere un paio di giorni di Biarritz mi è costato 600 dollari, per portare il mio surf in Francia. Mia moglie mi ha impedito di prenderlo perché avevamo già troppi pacchi. Ma ho fatto surf alla fine solo per poche ore. Lei era così furiosa che non voleva che riportassi la mia tavola negli Stati Uniti con me. Sono andato in alcuni negozi locali di surf per venderlo e, alla fine, è stato uno sconosciuto che me l’ha comprata sulla spiaggia per 400 €.

Come il successo di The Mentalist ha cambiato la tua vita?

Quando vorrei fare una passeggiata in strada, evito di farla. Ma non mi lamento, è il prezzo della fama. E, sapete, io sono della vecchia scuola. Quando ho capito che la serie è stato un grande successo (tocca due volte la sua sedia in legno) mi sono sentito sollevato al pensiero di poter soddisfare le esigenze finanziarie della mia famiglia.

Che cosa ti manca oggi?

Di sicuro il tempo. Sto cercando di non trascorrere più di 12 ore al giorno sul set. Prima di venire a questa intervista, ho nuotato nella mia piscina con i miei figli perché sono saltate le riprese di un episodio questa settimana, il che mi ha permesso di trascorrere due giorni fuori. In caso contrario, quando un episodio mi tiene troppo occupato, cerco di portare i miei figli, quanto più spesso possibile, sul set.

Si dice che tua figlia vuole diventare un’attrice. È vero?

No. Mia figlia Stella, che ha 17 anni, voleva solo conoscere il “dietro le quinte” del mio lavoro. L’estate scorsa l’ho portata a un corso di formazione con il team di produzione di The Mentalist al fine di comprendere meglio il mondo in cui sto lavorando. Per ora vuole diventare una fotografa. Lei è una vera artista. Sa scattare foto superbe e non ha bisogno di competere con suo padre.

fonte: Télé Loisirs WEEK
Data: 30 Ottobre-5 Novembre 2010

Annunci

Tag:, , ,

About NaNà

Operatrice multimediale e blogger, con la passione per l’arte e il pallino per le nuove tecnologie. Cofondatrice dell'ANMC - Associazione Nazionale Manager Culturali - per il riconoscimento della figura professionale dell'economista della cultura.

5 responses to “Simon Baker: “Vorrei essere francese!” – intervista”

  1. Licia says :

    Adesso però deve venire anche qui da noi. Se viene in Italia il suo sogno sarà sicuramente di essere italiano. Le donne son ancora più belle delle francesi, la gente calorosa e simpatica, le città uniche (vuoi mettere una Venezia, Roma. Firenze?) e la cucina ovviamente la N° 1 al mondo per non parlare degli spumanti della Franciacorta. Simon we all wish to see you and your beautiful family in Italy soon!!!

    • NaNà says :

      Veroooooooo >_< la nostra Italia non ha nulla da invidiare alla Francia in quanto a bellezze e risorse di vario genere. Purtroppo però l'audience di Mentalist qui da noi non si avvicina neanche lontanamente ai 9 milioni di spettatori francesi, quindi la vedo dura… speriamo magari che Simon possa venire qui per qualche premiere di un suo nuovo film!

  2. Licia says :

    Non ci resta che sperare! Aspettiamo con ansia una una apparizione in Italia.

  3. Serena says :

    D’accordissimo con Licia!!! Se solo qui lo show avesse preso più piede…….. :(((

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: