Il romanticismo per Simon – intervista

Nello show, interpreti un investigatore di polizia con competenze osservazionali acute. Pensi che ci siano persone in grado di leggere la mente?

No, perché se dovessi crederci, allora dovrei aver paura di cose come i fantasmi [Ride]. E ho già abbastanza problemi a dormire così.

Interpreti un ragazzo decisamente affascinante. Ti riesce con naturalezza?

Devo ancora lavorarci molto duramente [Ride]. Parte del suo fascino sta nel fatto che il personaggio è molto attuale e allo stesso tempo a suo agio e fiducioso nella sua pelle. E’ presuntuoso oltre ogni limite. Io sono effettivamente piuttosto timido, perciò questa è una parte difficile per me: interpretare un ragazzo così sicuro di sé. Devo riconoscere il mio talento come attore.

Come vi siete conosciuti tu e tua moglie?

Era un incontro preparato, effettivamente, ma l’ho saputo solo dopo il fatto. Sono stato invitato a questa cena, e non avevo capito che questo fosse il piano. Ora siamo sposati con tre bambini, perciò non ho rimpianti!

Quale pensi sia il segreto per un’unione felice?

Non c’è nessun segreto–solo duro lavoro. Vivi il quotidiano; ci sono bei momenti, o momenti difficili. […] … Mi piace flirtare, ma c’è un galateo sociale con i flirt. Anche mia moglie flirta. E finché non si oltrepassa la linea e non è preda, va bene.

Cosa desideri che le donne sappiano in anticipo sugli uomini?

La maggior parte delle donne conosce fin troppo gli uomini! Siamo abbastanza semplici. Sono le donne che sono difficili da scoprire. Gli uomini non sono così intelligenti, come le donne, che è di sicuro… Ora probabilmente sto per essere sgridato da ogni ragazzo che legge Cosmo.

Ritieni personalmente di essere un uomo romantico?

Sì, totalmente–non un tipo da anello di diamanti però. Mi piace stare all’aperto davanti al fuoco e magari al tramonto e con una bella Luna. Okay, ora sto zitto. C’è qualcosa di poco romantico in un uomo che si intrattiene a parlare di questo.

_________________

Qui ci sono poche citazioni dalla sua intervista col magazine:

Sulla sua vita: “La mia vita è piuttosto intensa ma ne sono davvero coinvolto… se dovessi morire domani, morirei da uomo felice.”

Sul soprannome nella sua infanzia: “Mi chiamavano Ping Pong Ball perché saltavo tutto intorno”.

Sulla sue tendenze diaboliche: “Io sono un diavolo e alla fine ho trovato un ruolo dove vengo pagato per esserlo.”

fonte: [link]

Estratti da una recente intervista col magazine Cosmopolitan.

Traduzione dall’inglese originale by NaNà; riproduzione/ridistribuzione vietata senza il permesso scritto della webmiss.

Advertisements

Tag:,

About NaNà

Operatrice multimediale e blogger, con la passione per l’arte e il pallino per le nuove tecnologie. Cofondatrice dell'ANMC - Associazione Nazionale Manager Culturali - per il riconoscimento della figura professionale dell'economista della cultura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: