Esaurimento da mentalista – intervista

Tutti lo vogliono, tutti lo cercano: lui è Simon Baker. Il regista di The Mentalist per una scena in cui […] deve camminare in ufficio e guardare solo l’angolo di destra. Il team del make up lo vuole per il ritocco dell’ultimo minuto. Il pubblicista lo vuole “rapire” per un gruppo di giornalisti in attesa. Alla fine l’attore australiano […] cerca sollievo sedendosi. […] Quindi è richiamato indietro sul set, senza dar peso all’intervista mancata con un sorriso.

“È difficile. A volte si desidera semplicemente dire alla gente di f ***,” confessa la star visibilmente esaurita appena ci sistemiamo in una sala deserta un’ora più tardi. “L’aspetto positivo di quando si lavora sodo è che davvero non si ha la possibilità di dar troppo peso ad altro.”

“Tutto quello che so è che quando arrivo alla fine della settimana sono esausto. Cerco di non fare programmi ma solo di rilassarmi.”

La pressione legata ad un serial TV non è nuova a Baker, gli è già capitato per The Guardian e Smith.

Ma The Mentalist – serie TV per la quale ha ricevuto una nomina agli Emmy Award l’anno scorso e ora anche ai Golden Globe e Screen Actors Guild – è forse il ruolo più importante della sua carriera. […] Al di fuori del personaggio interpretato, Baker manifesta altrettanta intensità, ma si mostra meno compiaciuto di Patrick Jane. Lui infatti ascolta con tutto il corpo, raccolto come se assorbisse un segreto, e parla con calma, con serenità, sollecitando il suo interlocutore a fare altrettanto.

Sorriso ammaliante o meno, Simon Baker ha la reputazione di essere un po’ pungente alle interviste, sebbene abbia dichiarato che ciò è dovuto al fatto che l’ostilità del suo precedente personaggio in The Guardian, l’insensibile avvocato Nick Fallin, l’abbia influenzato.

_______

fonte: [link]

Traduzione dall’inglese originale by NaNà; riproduzione/ridistribuzione vietata senza il permesso scritto della webmiss.

Annunci

Tag:,

About NaNà

Operatrice multimediale e blogger, con la passione per l’arte e il pallino per le nuove tecnologie. Cofondatrice dell'ANMC - Associazione Nazionale Manager Culturali - per il riconoscimento della figura professionale dell'economista della cultura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: